Il Primo Ministro Trudeau risponde a Trump: “Rifugiati, benvenuti in Canada”

Il Primo Ministro Trudeau risponde a Trump: “Rifugiati, benvenuti in Canada”

Un paio di tweet in cui il nome del presidente degli Stati Uniti non viene mai citato,  ma nei quali è chiaro il riferimento.

È il primo ministro del Canada Justin Trudeau, a rispondere alle provocazioni di Donald Trump, il quale ha chiuso le frontiere a chi proviene da sette Paesi islamici (ma non tutti i paesi islamici come ha fatto osservare chi alcuni paesi tra cui l’Arabia Saudita in cui Trump ha interessi non sono inclusi nella black list nonostante gran parte dei terroristi avessero proprio nazionalità saudita).

In uno dei due dà il benvenuto a una piccola rifugiata, nell’altro scrive: «A chi è in fuga da persecuzioni, terrore e guerra, i canadesi daranno il benvenuto, indipendentemente dalla propria fede. La diversità è la nostra forza».

Share