Sdl Centrostudi: su “Industria e Finanza” la società che salva le famiglie dalle banche

Sdl Centrostudi: su “Industria e Finanza” la società che salva le famiglie dalle banche

Sulla testata Industria e Finanza è stato pubblicato un importante notizia sulle attività promosse dal 2010 ad opera di una società, prima nel suo genere, nata per contrastare gli illeciti commessi da istituti di credito e Fisco: SDL Centrostudi.

La società ha all’attivo un pool coordinato e integrato di circa 700 tra legali, commercialisti, esperti fiscali, contabili e periti che ogni giorno affrontano i diversi reati bancari collegati alla complessa materia dell’anatocismo e dell’usura bancaria, di atti esattivi non dovuti e soprattutto di sovraindebitamento, battendosi costantemente per l’applicazione delle Legge 3/2012 e nota come ‘salva-suicidi’.

SDL Centrostudi ha assistito oltre 150mila italiani alle prese con aspetti e versanti differenti della crisi economica in atto, recuperando una gigantesca somma complessiva indebitamente sottratta alle tasche di cittadini e contribuenti superiore ai 250 milioni di euro, contribuendo al salvataggio di famiglie, aziende, posti di lavoro, preservando l’occupazione e, spesso, anche vite umane dal passo più tragico che già tante vittime ha mietuto tra onesti lavoratori e altrettanto valenti imprenditori alle prese con difficoltà finanziarie e operative divenute ingestibili e insormontabili.

 

Il fondatore di SDL Centrostudi Serafino Di Loreto ha creato anche la ‘Fondazione SDL per l’Educazione Finanziaria delle Imprese e per gli Studi Aziendali’, che vede al Vertice, in qualità di presidente, Piero Calabrò, l’autorevole e illustre magistrato che per primo, nel 1999, ottenne una pronuncia storica in tribunale che aprì la strada al contrasto ai reati di anatocismo e usura bancaria. Alla guida di ‘SDL CENTROSTUDI SPA’, oggi, un’altra figura di primo piano: il professore Michele Pugliese, stimato banchiere ed economista italiano.

L’aspetto più importante delle attività di SDL Centrostudi, secondo il fondatore Serafino Di Loreto, è legato alla Legge 3/2012, meglio nota come ‘salva-suicidi’: un provvedimento normativo divenuto più attivo nel 2015 che consente a privati e aziende (soggetti non fallibili) alle prese con gravissime e insormontabili situazioni derivate da crisi da sovraindebitamento di potersi, attraverso opportune procedure, riabilitare dalla cosiddetta ‘morte civile’, e riprendere una vita umanamente, economicamente e professionale normale e degna”.

Share